Attività ABIO


primavera 2021

IL SERVIZIO IN REPARTO E’ SOSPESO MA ABIO TRENTO NON SI FERMA

E’ ormai più di un anno che noi, volontari ABIO, non possiamo entrare in reparto, a causa della pandemia. E’ qualcosa che ci manca molto, perché il contatto con i piccoli pazienti ricoverati e con i loro familiari è l’essenza del nostro volontariato.

Questa situazione non ha fermato la nostra attività: stiamo portando avanti un  progetto di ristrutturazione della saletta giochi del reparto pediatria del S. Chiara di Trento e un acquisto di televisori per alcune stanze del reparto pediatria del S. Maria del Carmine di Rovereto; continuiamo a preparare i kit di accoglienza per i piccoli ricoverati; costruiamo addobbi che periodicamente vengono cambiati per ingentilire i reparti; in occasione di festività (S. Lucia, Natale, Pasqua) prepariamo regalini per i piccoli ricoverati. In questi giorni di fine marzo stiamo consegnando ai vari reparti addobbi primaverili e uova di Pasqua, acquistate dal laboratorio sociale Le Formichine di Rovereto.

Un tipo di richiesta nuova ci viene dai reparti ospedalieri che si occupano di effettuare i tamponi ai minori: per i piccoli è un momento estremamente fastidioso, che può essere mitigato con un piccolo regalino. Ricevere un pacchetto di figurine, un chupa chups, un piccolo oggetto, per i più coraggiosi una medaglia del coraggio distoglie l’attenzione dalla pratica e consente di affrontare questo momento in maniera più serena.

Proprio per questo, non potendo trovarci di persona per serate di lavoro, abbiamo organizzato una catena di montaggio a distanza per costruire centinaia di medaglie del coraggio, poi consegnate ai reparti di pediatria e a chi effettua i tamponi.

Tutto questo lo possiamo fare grazie alle donazioni che riceviamo. Approfittiamo dell’occasione per ringraziare di cuore tutte le persone, le ditte, le associazioni che donandoci del denaro ci permettono di continuare ad operare.

il direttivo di Abio Trento