ABIO Trento 1


Nei confronti del bambino, il volontario ABIO:

  • lo accoglie al momento del ricovero e facilita il suo inserimento in reparto;
  • lo assiste durante le visite ambulatoriali, intrattenendolo e distraendolo durante l’attesa;
  • collabora con il personale sanitario a prepararlo alle varie procedure terapeutiche cui verrà sottoposto (iniezioni, prelievi, radiografie, interventi chirurgici, ecc.)
  • rende più accoglienti i reparti con decorazioni e arredi;
  • garantisce al bambino una presenza rassicurante in assenza della mamma o di altri familiari.

 

Nei confronti dei genitori, il volontario ABIO:

  • contribuisce a sdrammatizzare la malattia del bambino ascoltando i loro problemi ed offrendosi come tramite in un ambiente sconosciuto;
  • fornisce informazioni sul comportamento da tenere e le norme da rispettare nell’interesse di tutti;
  • li informa su servizi, supporti e agevolazioni di cui possono usufruire;
  • assicura una presenza amica accanto al bambino, permettendo al genitore di assentarsi serenamente per provvedere ad eventuali incombenze.

Un commento su “ABIO Trento

I commenti sono chiusi.